lunedì 22 novembre 2010

MANIFESTAZIONE NAZIONALE CONTRO LE SCIE CHIMICHE (VIDEO)

  
A.I.C.A.
PRIMA MANIFESTAZIONE NAZIONALE CONTRO LE SCIE CHIMICHE

video
20 novembre 2010


QUESTO E' SOLO L'INIZIO DI UN LUNGO PERCORSO


GRAZIE A IVANA ...  ;-)

martedì 9 novembre 2010

WEB: DISINFORMATORI PAGATI PER NEGARE


Su internet è possibile trovare di tutto e le informazioni riguardanti le "scie chimiche" sono svariate , ma le parti in causa sembrano essere sempre e solo 2. 
quando ci siamo avvicinati a questo problema abbiamo trovato un "conflitto" tra i cosi detti "sciachimisti/complottisti" e i "disinformatori/debunker" ... ognuno schierato dalla sua parte convinto di avere ragione e non si usciva fuori da questo schema.
questa cosa ci ha fatto un pò riflettere e per questo abbiamo iniziato a seguire , giorno dopo giorno, i vari sviluppi di questa "lotta" virtuale e siamo giunti a delle probabili spiegazioni di questa "apparente " casualità.
prima di tutto abbiamo capito che i cosi detti "sciachimisti" non amano sentirsi definire cosi,  questa parola infatti,  raggruppa tutti le probabili tesi accumunandole tutte,  includendo anche le tesi più strampalate e folli.
dall'altra parte abbiamo i disinformatori che invece non si dividono , ma rimangono  in una categoria unica e sono contenti di esserlo.
in un gioco delle parti è comprensibile che questi  si scambino sfottò o battute pesanti , ma se analizziamo  le motivazioni di entrambi , notiamo che c'è qualcosa che non va.
le motivazioni che spingono un semplice cittadino a domandarsi cosa sono quei quadrati nel cielo che formano una patina biancastra , sono plausibili e accettabili ; se pensano che questa cosa faccia male, fanno bene a domandare , a chiedere e a diffondere l'informazione di quello che hanno visto. quello che non è comprensibile è la foga e l'intensità di risposta da parte dei negazionisti , coloro che non credono alle scie chimiche. quando non credi ad una teoria o ad una bufala, cosi amano definirla, non perdi tutto il tuo tempo a  creare blog contro i cosi detti sciachimisti, a copiare i discorsi personali per trovare il pelo nell'uovo, a modificare constantemente le informazioni su wikipedia per far passare SOLO la teoria del complotto mondiale ipergalattico , a  denigrare personalmente chi parla di questo problema e  ad attaccare i pochi scienziati che ne parlano ecc...
se credi che questo non sia un problema lasci correre.
pero cosi non è e sembra che siano più gli attivisti di chi non ci crede , che gli altri...
NON E' UN COSA ALTAMENTE FOLLE , INSPIEGABILE E STRANA ???
insomma, se non credo alla tesi che "gli asini volano" , non perdo tempo a dire che gli asini non volano, non faccio blog per denigrare chi lo dice ecc ... semplicemente me ne frego e li lascio parlare, se è una bufala  ne pagheranno le conseguenze d'immagine più in la.
questo "accanimento" potrebbe essere spiegato in due modi:
1)il problema delle scie esiste e ci sono delle persone sul web che cercano di sminuire il problema perchè pagate
2) molti cittadini in buona fede credono alle parole dei disinformatori/negazionisti e ne fanno un fatto personale (tipo "vediamo chi molla prima")

in entrambi i casi  questo comportamento dei debunker , risulta altamente ambiguo e  nelle persone dubbiose  , provoca un ulteriore curiosità e soprattutto, rafforza l’idea che qualcosa che non và c’è ! altro particolare “strano” è il fatto che molti disinforma tori seguano passo passo TUTTI quelli che parlano di scie, come se per loro fosse diventato essenziale “sputtanare” questa tesi ,  altrimenti casca il mondo . al contrario , chi crede veramente che le scie siano un problema, non si mette a seguire chi non ci crede e non si segna tutto quello che dicono gli altri … al massimo  si tiene aggiornato su cosa accade nei nostri cieli o acquisisce dati visivi.
Tornando ai   de bunker, possiamo osservare che questi si spingono molto oltre , infatti    usano anche le teorie più “folli e ambigue” di alcuni sciachimisti,  come prova che le scie non esistono !?. Se domani AICA parlasse di ufo , avremmo tutta una serie di disinforma tori pronti ha farci una gran pubblicità… sarebbero loro stessi che linklerebbero le nostre teorie ovunque proprio per denigrarci …  E COSI Già ACCADE PER MOLTI BLOG O SITI che sembrerebbero contro le scie … perche’ questo comportamento ?
non è per loro controproducente  parlarne e fargli pubblicità ?
la spiegazione che ci siamo dati è che , molto probabilmente, queste teorie  fuori dagli schemi della scienza, provocano ripudio verso chi si vuole informare e verso le MASSE .
facendogli credere che tutti dicono le stesse cose, i de bunker, la buttano in “CACIARA” e fanno intuire  che  tutto è  basato sulla fantascienza e sulla paranoia o al massimo sull’umorismo … praticamente se uno sbaglia una parola , tutti vengono bollati da “ignoranti” e vengono presi in giro,   Questo è un comportamento scorretto che dimostra la malafede di chi lo fa .
CONCLUSIONI: tra i  disinforma tori/de bunker e sciachimisti/complottsisti ci sono tantissime vie di mezzo e per questo è sbagliato portare il tutto su contrari e favorevoli  e fare di tutta un erba un fascio , chi lo fa è in mala fede e ha un secondo scopo , non vi fate fregare e andate oltre…
NOI CHIEDIAMO SEMPLICEMENTE LA VERITA…
voi potete non credere ai nostri dubbi e rimanere scettici , ma almeno ponetevi delle domande e osservate… se c’è qualcosa di strano lo noterete anche voi.


RINNOVIAMO L'IVITO ALLA MANIFESTAZIONE NAZIONALE DEL 20 NOVEMBRE A ROMA, IN PIAZZA SANTI APOSTOLI ORE 14:00 ... ORGANIZZATA DA IVANA MANNINO DI SCIE CHIMICHE... HAARP.  VI ASPETTIAMO... NON MANCATE !

lunedì 8 novembre 2010

INTERROGAZIONI PARLAMENTARI

15 interrogazioni parlamentari sul problema delle scie chimiche...  qualcosa vorrà pur dire , no ? 


 eccole qua:
- senatore UDC-SVP-AUT Oskar PETERLINI 5/11/09
- deputato PD Sandro BRANDOLINI 5/6/08; 1/10/08; 28/1/09
- deputato PD Alessandro BRATTI 28/1/09
- deputato PD Manuela GHIZZANI 28/1/09
- deputato PD Antonio LA FORGIA 28/1/09
- deputato IdV Antonio DI PIETRO 17/9/08
- deputato PdCI Katia BELLILLO 20/12/07
- senatore UDC Amedeo CICCANTI 10/8/07 e 17/10/2008
- deputato olandese Erik MEIJER 10/5/07
- deputato greco Fotis KUVELIS 5/2/07
- senatore DS Gianni NIEDDU 13/6/06
- deputato Verdi ted. UE H. BREYER 17/10/06
- deputato PdCI Severino GALANTE 3/2/05
- deputato DS Piero RUZZANTE 2003
- deputato DS poi UDC Italo SANDI 2003

fonte: http://cieliliberi.blogspot.com/
 

domenica 7 novembre 2010

MANIPOLAZIONE CLIMATICA TRAMITE NUBI ARTIFICIALI

in questi due schemi potete vedere il normale  ciclo della termo regolarizzazione climatica e la sua presunta manipolazione .
nel primo schema possiamo osservare come i raggi solari penetrino nell'atmosfera riscaldando la superficie (1) ,  facendo evaporare l'acqua in eccesso (2). l'evaporazione crea nuovi cumuli che a loro volta creano nuove nubi cariche di pioggia (4-5), queste nubi naturali impediscono ad una parte dei raggi solari di penetrare(3) e , una volta cariche , ritrasformano il vapore in pioggia che ricade al suolo , chiudendo cosi il ciclo naturale della termoregolarizzazione della terra.

NORMALE


nel secondo schema possiamo vedere come l'effetto naturale viene effettivamente modificato dal passaggio di alcuni aerei non identificati (1) . dopo il loro passaggio si può osservare la formazione di una velatura/foschia ad alta quota (5), che interferisce con i raggi solari e con il normale ciclo naturale (2-4)  .
questa foschia , diversamente dalle nubi naturali , permette ai raggi solari di passare ugualmente , ovunque,  interferendo cosi  nel ciclo naturale della formazione di cumuli (3) e della successiva formazione di nubi cariche di pioggia. il ciclo naturale della termoregolarizzazione climatica terrestre viene completamente alterato e non ne conosciamo ancora  le conseguenze. 

ALTERATO


 per riscontrare questa influenza delle scie chimiche nell normale ciclo della termoregolarizzazione , non è necessario fare delle analisi specifiche di queste , visto che l'effetto dei cristalli delle scie di condensa chimiche è BEN VISIBILE  e perciò riscontrabile e incontrovertibile, documentato con foto in sequenza, video e molti altri documenti  .
molti esperti dichiarano che queste scie sono composte esclusivamente da acqua , ma anche se per ASSURDO fosse veramente cosi, e sappiamo che non lo è,  l'effetto sui raggi solari si ha ugualmente e  SOLO dopo il passaggio di questi aerei e la successiva formazione della velatura artificiale , perciò ne è una palese conseguenza . 
io voglio che mio figlio possa vedere un cielo azzurro libero dalle foschie artificiali e da queste scie chimiche, un cielo naturale e pulito come si vedeva 20 anni fa  , un azzurro intenso e reale , non artificiale. 
non possiamo accettare che passi il messaggio  che "questa è la normalità delle cose" , perché non è cosi.... non avete soldi per comprare il nostro cielo e non potete rubarlo... IL CIELO è DI TUTTI... 

 * vi aspettiamo alla manifestazione del 20 novembre a roma , in Piazza Santi Apostoli alle ore 14:00 .... 

per capire cosa è la foschia artificiale , guardate questo video :



sabato 6 novembre 2010

MANIFESTAZIONE NAZIONALE CONTRO LE SCIE CHIMICHE

Il 20 novembre a Roma si terrà la manifestazione nazionale contro le scie chimiche.
l'appuntamento è previsto per le ore 14:00 a Piazza Santi Apostoli  e noi di A.I.C.A. saremo presenti con una delegazione per raccogliere di persona i contatti con i  gruppi che vogliono aderire all'associazione nazionale.
questa manifestazione è stata ripresa e indetta da Ivana Mannino e l'A.I.C.A. la supporta e la sponsorizza volentieri, serviva un botta di coraggio per portare in piazza questo problema, lei ce lo ha avuto , non lasciamola da sola !





SCIE CHIMICHE ...HAARP : http://www.facebook.com/home.php#!/group.php?gid=293821887919

link dell'evento : http://www.facebook.com/home.php#!/event.php?eid=148527535190463

MANIFESTO PER I GRUPPI DA CONDIVIDERE PER ADERIRE


Associazione Italiana Cieli Azzurri
Non sappiamo di preciso quando abbiano iniziato, non sappiano come facciano e perché lo facciano. Non sappiamo chi abbia ideato o organizzato il programma. Sulle irrorazioni clandestine che da anni infestano i cieli di mezza Europa, Italia compresa, sconvolgendo il normale corso meteorologico, non sappiamo niente e questo a causa di una costante cortina di silenzio e disinformazione che ha nei cosiddetti esperti e nei media ufficiali due pilastri fondamentali ad uso e abuso di chi compie queste sperimentazioni sulle pelle della popolazione civile.
Molti anni sono passati e con difficoltà molti cittadini, parlamentari e scienziati onesti si sono mossi finché alcuni squarci non sono stati fatti al velo. L’informazione è passata. La perseveranza e l’impegno con il quale si tenta di zittire blog, comitati cittadini, scienziati rafforza in noi l’idea che si tratti davvero di qualcosa di grosso, ma sopratutto di
reale. Sono reali le scie che vediamo nei cieli quotidianamente, reali gli aerei senza insegna, reali gli effetti sulla salute che percepiamo, reali i residui chimici che respiriamo. Così come sono reali le minacce che ricevono coloro che cercano di indagare sostituendo apparati statali che paiono, nel migliore dei casi, impossibilitati a farlo, quando non coinvolti direttamente.
Si tenta di far passare strisce, veli, scacchiere disegnate nei cieli per normali scie di condensazione degli aerei di linea, insistendo ben oltre il limite posto dal comune buon senso. È così, come riportano i manuali di guerra psicologica, viene ridicolizzato, insultato, emarginato, chi parla di scie chimiche, anche quando cita interrogazioni parlamentari di decine di parlamentari in tutta Europa, anche quando mostra centinaia di foto e video, anche quando mostra documenti ufficiali che citano tali esperimenti. Eppure tutto è maledettamente alla luce del sole, se non fosse che è proprio il Sole che stanno oscurando.
Come è possibile tutto ciò? Come riescono a convincere la popolazione che è tutto normale? Questi interrogativi portano direttamente ad un altro, da un certo punto di vista ben più inquietante: come è possibile che l’uomo sia caduto così in basso da ignorare cosa accade sopra di lui, nel cielo? Da fidarsi a tal punto dei propri carcerieri istituzionali da sostituire le loro mendaci spiegazioni ai propri occhi e al proprio intelletto? Fortunatamente non per tutti è così, per tale ragione questo coordinamento ritiene che
questa delega in bianco sulla nostra salute debba essere ritirata: forse non è troppo tardi per informare la popolazione di cosa stanno facendo.
Questo Manifesto è rivolto a coloro che lottano per far conoscere al resto della popolazione il fenomeno delle irrorazioni clandestine, che informano, che indagano sul fenomeno cercando di conoscerne le motivazioni e, infine, bloccarlo. 
Il Manifesto, quindi, si fonda sui seguenti principi:
1. La Democrazia oggi non può essere più considerata come un bene dato. Essa va difesa e riempita di contenuto grazie a cittadini consapevoli che la esercitano, richiedendo, nel caso delle scie chimiche, informazioni, spiegazioni, chiarimenti al fine di valutarne la necessità, la tossicità,l'influenza sull riscaldamento globale,  gli scopi e la gestione ed eventualmente richiedere il blocco immediato del programma.
2. l'A.I.C.A. è un associazione che cerca di creare un coordinamento nazionale di realtà e singoli cittadini , per dare loro il modo e i mezzi di proporre e di coordinare a loro volta  le proprie azioni e condividere le proprie conoscenze in merito al fenomeno delle irrorazioni clandestine.Tutto questo al fine di comprendere la portata e gli effetti del fenomeno, ed eventualmente bloccarlo facendo leva su dati scientifici, su osservazioni e su materiale documentale pertinente.
3. A.I.C.A.  lavora al proprio interno secondo il principio di democraticitò e trasparenza, senza fini di lucro né motivazioni politiche, ideologiche o preconcetti scientifici.
4. A.I.C.A.  si propone di divulgare informazioni sul fenomeno delle scie chimiche al fine di fare pressione sul mondo politico e scientifico per renderne chiari gli scopi, i mezzi, i mandanti e gli esecutori di un programma tanto vasto quanto oscuro.
5. A.I.C.A.  utilizza per i fini di cui ai punti precedenti i siti web e i blog dei suoi aderenti; inoltre si propone si informare mediante gazebo, manifestazioni, siti n, volantinaggi ed ogni altro mezzo costituzionalmente garantito ai cittadini italiani per esprimere la propria opinione.
6. Gli aderenti a A.I.C.A.  si riuniscono informalmente di persona o telematicamente per discutere secondo i principi di democrazia e trasparenza delle azioni di cui al punto precedente.
7. A.I.C.A.  è uno spazio aperto ed includente nei confronti di tutti coloro che rispetteranno il presente Manifesto.
8. A.I.C.A. ha un proprio logo riconoscibile ed utilizzabile da tutti gli aderenti al presente Manifesto, un sito web per facilitare il coordinamento delle realtà aderenti e un fondo cassa autofinanziato per le iniziative di cui al punto 5.
9. Gli aderenti a A.I.C.A.  sono fermamente convinti che occorra con urgenza informare i cittadini alfine di creare un movimento di opinione per far luce sulle attività di irrorazione clandestina nei cieli italiani, e si attengono a dati attendibili secondo criteri di scientificità e buon senso.
10. A.I.C.A. unisce coloro che si occupano di scie chimiche in Italia cercando di lavorare sul minimo comune denominatore di informazioni ed esperienze

presenti oggi. In base a questo principio possiamo dire che :  
"Dopo il passaggio di decine di aerei senza insegna e non tracciati , quindi non di linea  è possibile notare la comparsa di alcune scie di condensa persistenti , chiamate anche scie chimiche , che tendono ad allargarsi fino ad formare un unica foschia biancastra che ricopre completamente il cielo. Questa foschia riduce la trasparenza , la lucentezza e la penetrazione dei raggi solari , interferendo con la normale termo regolarizzazione della terra.
Questo particolare fenomeno artificiale è stato notato in gran parte del mondo e la sua esistenza risulta palese e incontrovertibile.
Per questo , noi cittadini , chiediamo che sia fatta piena chiarezza su questo reale e grave problema , sottovalutato da tutte le istituzioni che dovrebbero  tutelare i nostri diritti nelle sedi opportune.  Chiediamo che sia istituito un  “organo di controllo” che verifichi i reali danni e le conseguenze di tutto ciò e che siano fatte delle analisi giornaliere , a varie altitudini , dei composti chimici della foschia in questione. Inoltre chiediamo che queste analisi vengano eseguite  con strumenti di ultima generazione che rilevino anche le particelle più piccole fino ad ora scoperte nella scienza (es. : nano-particelle, dott.sa Gatti e dott. Montanari )e con la partecipazione delle associazioni dei cittadini,  "le analisi dovranno dissipare o confermare i dubbi sull'utilizzo di metalli quali bario e alluminio nelle irrorazioni" , teoria  su cui ci sono più evidenze e studi indipendenti nel mondo"

ROMA 14 novembre 2010 ADERENTI